Accesso al credito

Indice

Istituzione di un fondo rischi di euro 5.500.000 costituito presso valfidi e confidi vda per favorire l’accesso al credito delle pmi e dei liberi professionisti (legge regionale n. 4/2020).

CHI PUO’ ACCEDERE ALLA MISURA

PMI e Liberi Professionisti

INTERVENTI FINANZIABILI

A) Investimenti produttivi e infrastrutturali, di importo minimo pari a 10.000 € e massimo pari a 1.500.000 € per singolo debitore.
B) Fabbisogni di capitale circolante, scorte e liquidità.
C) Riequilibrio finanziario per la rinegoziazione dei prestiti esistenti, estinzione di linee di credito e adozione di piani di rientro dell’indebitamento, fatta eccezione per le imprese in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019.

Per gli interventi B) e C) gli importi minimi sono di 5.000 €, mentre gli importi massimi sono di 250.000 €, e in ogni caso non superiori al 25% del fatturato.

DURATA

Finanziamenti: durata massima di 120 mesi per investimenti produttivi e infrastrutturali e riequilibrio finanziario, ovvero aventi durata massima di 60 mesi per fabbisogni di capitale circolante, scorte e liquidità; con preammortamento fino a 12 mesi.

Fidi breve termine: 18 mesi e un giorno + preammortamento fino a 9 mesi.

I soggetti beneficiari accedono agli interventi sostenendo esclusivamente le commissioni di gestione e non quelle di rischio.

Funzionamento del FONDO RISCHI

Il Fondo Rischi, costituito presso Valfidi e Confidi Vda, ha una durata di 48 mesi, ed è suddiviso in :

  • 2.992.000,00 € presso Valfidi
  • 2.508.000,00 € presso Confidi Valle d’Aosta.

I confidi assegnatari delle risorse si impegnano a rilasciare delle nuove garanzie con rischio a valere sui Fondi pubblici per un ammontare pari ad almeno 3 volte l’importo delle risorse ricevute che andranno ad integrarsi con la parte di rischio a carico del Confidi.

Il rischio derivante dalla concessione di garanzie a valere sul Fondo Rischi sarà imputato nel modo seguente:

  • 60% dell’importo finanziato banca a valere sul fondo rischi della Regione nel limite dell’importo conferito;
  • 10% dell’importo finanziato banca a valere sul fondo rischi della Chambre nel limite dell’importo conferito;
  • 20% dell’importo finanziato banca a valere sugli altri fondi a disposizione dei Confidi.

Qualora non sia possibile accedere al Fondo Rischi della Chambre il rischio derivante dalla concessione di garanzie a valere sul Fondo Rischi sarà imputato nel modo seguente:

  • 65% dell’importo finanziato banca a valere sul fondo rischi della Regione nel limite dell’importo conferito;
  • 25% dell’importo finanziato banca a valere sugli altri fondi a disposizione dei Confidi.

In entrambe le situazioni la garanzia complessiva per ciascun operazione, considerando sia l’intervento a valere sul fondo rischi suddetto sia quello a valere sui fondi a disposizione dei Confidi, è pari al 90% dell’importo finanziato.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Indice

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
OhMyJob utilizza tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito.
Ok Capito!
Rifiuto
Privacy Policy